Confcommercio Lazio Sud
previous arrow
next arrow
PlayPause
previous arrownext arrow
Slider
AttualitàPrimo piano

Regione Lazio: cassa integrazione in deroga, accordo raggiunto

E’ stata sottoscritta oggi 25 marzo l’intesa tra la Regione Lazio e le parti sociali per l’applicazione della cassa integrazione in deroga (CIG).

Il via libera era atteso da giorni sia dalle imprese che dai lavoratori, al momento in enorme difficoltà a causa delle stringenti misure di contenimento dovute all’emergenza coronavirus.

Potranno richiedere la cassa integrazione in deroga, dunque, i datori di lavoro del settore privato per aziende anche con meno di cinque dipendenti, con sede operativa o produttiva collocata nella regione Lazio.

Potranno beneficiare dell’accordo anche le imprese che, pur rientrando nel campo di applicazione​ della cassa integrazione straordinaria, non versano i contributi per quella ordinaria: ad esempio le imprese del settore commerciale con più di 50 dipendenti.

L’accesso alla casa integrazione in deroga è inoltre consentito anche agli studi professionali, ma sono esclusi i datori di lavoro domestico.

La CIG potrà essere applicata ​nei casi in cui il cui rapporto di lavoro sia stato sospeso, in tutto o in parte,​ o per i dipendenti a cui sia stato ridotto l’orario di lavoro a causa degli effetti economici derivanti dall’emergenza Covid- 19.

I lavoratori devono essere dipendenti e in forza alla data del 23 febbraio 2020. A partire da tale data, per ciascuna unità produttiva, la cassa integrazione in deroga può essere concessa per un periodo non superiore a nove settimane.

Leave a Response