CronacaPrimo piano

Minacce e botte alla mamma e alla sorella, arrestato 37enne di Pontecorvo

Nel pomeriggio di ieri, a Roccasecca, i carabinieri della Stazione di Aquino hanno arrestato per evasione un 53enne originario della provincia di Pescara, con precedenti penali per reati contro il patrimonio e sottoposto alla misura degli arresti domiciliari presso una comunità terapeutica di Roccasecca per furto e rapina commessi a Pescara nel 2018.

Già nel pomeriggio di martedì scorso l’uomo era stato arrestato per lo stesso motivo e, appena riaccompagnato nella comunità, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria di Cassino, si era allontanato nuovamente senza alcuna autorizzazione. I carabinieri di Aquino, a seguito della segnalazione da parte del personale della comunità, sono intervenuti rintracciando il 53enne a piedi in una via del paese. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia di Pontecorvo in attesa di giudizio.

Sempre nel pomeriggio di ieri, questa volta a Pontecorvo, i carabinieri dell’Aliquota Operativa della locale Compagnia hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per maltrattamenti in famiglia aggravati e lesioni, emessa dal Tribunale di Cassino nei confronti di un 37enne della zona, con precedenti per gli stessi reati, danneggiamento e stupefacenti.

L’attività d’indagine dei militari ha permesso di accertare che da anni l’uomo aveva questo tipo di comportamenti violenti nei confronti della madre e della sorella, che molto spesso non hanno denunciato per paura di ritorsioni e nella speranza che prima o poi la cosa si sarebbe risolta. Così non è stato e, all’apice dell’ennesima violenza, hanno trovato il coraggio di denunciare e raccontare tutto ai carabinieri. In particolare, le due donne sono state fatte oggetto di ingiurie, minacce, aggressioni verbali e fisiche, nonché in una circostanza una delle due venne strattonata violentemente e successivamente le fu lanciata addosso una pietra, tanto da dover ricorrere alle cure mediche.

L’Autorità Giudiziaria, concordando con le risultanze fornite dai militari, ha emesso quindi la misura della custodia cautelare e, al termine delle formalità di rito, l’arrestato è stato condotto presso la Casa Circondariale di Cassino.

Leave a Response