IL PONTE BAILEY - RICCARDO MASTRANGELI
IL PONTE BAILEY - RICCARDO MASTRANGELI
IL PONTE BAILEY - RICCARDO MASTRANGELI
UNA MANO PER LE IMPRESE. UN SOSTEGNO PER IL TERRITORIO.
Frosinone STAGIONE TEATRALE 2022/2023
IIS VOLTA FROSINONE OPEN DAY
p-b-jpeg-1
PlayPause
previous arrow
next arrow
UNA MANO PER LE IMPRESE. UN SOSTEGNO PER IL TERRITORIO.
Frosinone STAGIONE TEATRALE 2022/2023
IIS VOLTA FROSINONE OPEN DAY
p-b-jpeg-1
previous arrow
next arrow
CronacaPrimo piano

Pontecorvo: estorsione e spaccio, tre giovani ai domiciliari

I Carabinieri di Pontecorvo e della Stazione di Aquino, all’alba di giovedì 19 gennaio hanno dato esecuzione all’Ordinanza di Custodia Cautelare degli arresti domiciliari e di obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria nei confronti di tre soggetti, due di Aquino (FR) ed uno di Castrocielo (FR), tutti fortemente indiziati dei reati di estorsione aggravata, rapina, vendita e cessione di sostanza stupefacente e lesioni personali.

Le indagini hanno consentito di accertare che i tre indagati, in più occasioni, avevano percosso la vittima, per costringerla a versare una somma di denaro, pari a 10mila euro, quale corrispettivo di una fornitura di droga.
La vittima ha denunciato i fatti alla Stazione Carabinieri di Aquino a seguito dell’ennesima aggressione patita da parte del gruppo di giovani che, per costringerlo a versare la somma di denaro oggetto della fornitura di droga, lo avevano rintracciato per strada e percosso violentemente, tanto da costringerlo a scappare dalla brutale aggressione e a trovare riparo presso una abitazione di fortuna dalla quale, il proprietario, allarmato per quanto accaduto, aveva chiamato i militari della Stazione di Aquino, subito intervenuta sul posto. All’arrivo della pattuglia, però, gli aggressori si erano già dileguati ma i successivi accertamenti hanno consentito al lGIP di Cassino ad emettere il provvedimento cautelare su richiesta della locale Procura della Repubblica, che, nel frattempo, aveva coordinato tutta l’attività di indagine.
Nel corso di quest’ultima, fatta di intercettazioni telefoniche, pedinamenti e riscontri documentali, veniva accertata, oltre alle aggressioni, anche una rapina in danno della vittima che, in una occasione, era stata derubata del proprio telefono cellulare da parte dei suoi aguzzini. A conferma della pericolosità da parte del gruppo, è emerso inoltre ,che uno dei giovani indagati, nel corso delle festività natalizie, in un locale di Cassino (FR), si era reso responsabile di una lite con altri ragazzi.

Leave a Response