IL PONTE BAILEY - RICCARDO MASTRANGELI
IL PONTE BAILEY - RICCARDO MASTRANGELI
IL PONTE BAILEY - RICCARDO MASTRANGELI
MASTRANGELI; ABBIAMO DATO UNA SEDE ALL'ACCADEMIA
Campagna di screening oncologico itinerante per la prevenzione dei tumori della cervice uterina, mammella e colon retto
RICCARDO MASTRANGELI LA FROSINONE DEL FARE
p-b-jpeg-1
PlayPause
previous arrow
next arrow
MASTRANGELI; ABBIAMO DATO UNA SEDE ALL'ACCADEMIA
Campagna di screening oncologico itinerante per la prevenzione dei tumori della cervice uterina, mammella e colon retto
RICCARDO MASTRANGELI LA FROSINONE DEL FARE
p-b-jpeg-1
previous arrow
next arrow
Primo piano

Frosinone, assoluzione con formula piena per Gianluca Quadrini. “Il fatto non sussiste”

Assoluzione con formula piena per Gianluca Quadrini. Il Presidente della Commissione Ambiente della Provincia di Frosinone e Presidente del Gruppo Provinciale della Lega Salvini Premier, era imputato per Abuso d’Ufficio per fatti che sarebbero stati commessi, nel 2016, quando era Presidente della XV Comunità Montana di Arce.

Tutto era partito da una denuncia dell’ex presidente dell’Ente Montano che insieme ad una dipendente avevano offeso anche pubblicamente Quadrini nella campagna elettorale per le Comunali ad Arpino del 2018; alla stessa denuncia si era aggiunta, in corso di causa, quella di costituzione di parte civile dell’attuale Commissario della XV Comunità Montana appena insediata.

L’assoluzione di Quadrini, maturata con formula piena da tutte le accuse sollevate nei suoi confronti, chiude una bruttissima pagina di una storia.

“Sono molto contento e pienamente soddisfatto della sentenza che mi assolve con nettezza dal reato di cui ero accusato – ha dichiarato Quadrini – posso riaffermare che la mia azione amministrativa è sempre stata improntata alla correttezza e all’interesse della comunità ed il collegio del Tribunale di Cassino, presieduto dal Dottor da Marco Gioia che ringrazio per l’attenta analisi della mia questione, lo ha riconosciuto. Un pensiero di gratitudine va all’avvocato Lara Capitanio dello Studio Pesaturo che come strategia processuale ha chiesto di far acquisire tutti gli atti della Pubblica Accusa accorciando l’istruttoria, affinchè si procedesse subito alla discussione per dimostrare la mia piena innocenza. Ringrazio la mia famiglia, mia moglie Paola, le mie figlie Giulia e Francesca oltre che la mia madre Rita e mio fratello Marco che hanno sofferto con me in questi anni di calvario giudiziario. Un pensiero va a mio Padre che non c’è più ma che, purtroppo, è stato tirato dentro questa bruttissima vicenda”.

Leave a Response