previous arrow
next arrow
PlayPause
previous arrownext arrow
Slider
AttualitàPrimo piano

Fiordalisio: “Nuovo mostro ambientale a Patrica”

Il sindaco Lucio Fiordalisio ha annunciato che potrebbe sorgere a breve nel territorio di Patrica un nuovo impianto di trattamento rifiuti da circa 350 mila tonnellate.

Il progetto è stato infatti consegnato diversi mesi fa presso gli uffici della Regione Lazio, la quale ha deciso di velocizzare e snellire la procedure, convocando a giugno una conferenza interna per esprimere un parere unico.

Il primo cittadino, attraverso un video sul suo profilo Facebook, ha dichiarato che non intende arretrare di un metro sul tema della salvaguardia ambientale: “Per la prima volta la Regione Lazio ha deciso di cambiare la procedura autorizzativa, scegliendo un’impostazione più snella e sbrigativa e questo la dice lunga sulla sensibilità e l’attenzione chiesta a gran voce in questi anni dal Sottoscritto. E’ paradossale quanto la burocrazia sia imposta verso i cittadini e le Pubbliche Amministrazioni, mentre sugli impianti di rifiuti si procede alla velocità della luce, nonostante il Coronavirus“.

Fiordalisio ha poi sottolineato le caratteristiche di rifiuti che questo impianto potrà accogliere, ovvero rifiuti che potrebbero provocare lesione agli occhi, rifiuti cancerogeni, corrosivi e poi acidi, scorie, ceneri, solventi e fanghi provenienti da discariche.

Il sindaco ha inoltre aggiunto che tale impianto potrebbe sorgere a pochi metri da dove verrà realizzata la futura stazione dell’Alta Velocità.

Patrica ha chiaramente preso le distanze dal Presidente della Regione Zingaretti, sostenuto nel passato dal Sottoscritto, considerato fino a quando siamo serviti alla sua causa personale – continua Fiordalisio – Lo stesso Zingaretti che poi è scomparso, preso dalle sue prospettive nazionali. La nostra Amministrazione Comunale ha deliberato in Consiglio Comunale la dichiarazione di “Area ad elevato rischio di crisi ambientale” a seguito della Legge Regionale 134/2009 promossa dai Consiglieri Buschini e Battisti, legge che a detta loro, avrebbe dovuto impedire l’invasione degli impianti e avviare il piano di risanamento e l’indagine epidemiologica“.

Fiordalisio conclude dicendo che conterà sull’appoggio dei rappresentanti regionali Buschini e Battisti, sul presidente della provincia Antonio Pompeo e sui comuni limitrofi, al fine di difendere non solo il paese di Patrica ma l’intero territorio.

Leave a Response