previous arrow
next arrow
PlayPause
previous arrownext arrow
Slider
Primo pianoSport

Frosinone: tabù Chievo, tranquillo c’è Nesta

Da una parte un tabù da sfatare, dall’altra una tradizione favorevole da allungare.

Precedenti alla mano, il Frosinone non ha mai battuto il Chievo in gare ufficiali. Ci riproverà stasera (calcio d’inizio alle 21 allo Stirpe), nel settimo tentativo, con in panchina Alessandro Nesta, che ritrova il suo avversario talismano.

Contro il Chievo infatti, il tecnico del Frosinone, ha segnato da calciatore tre gol, degli otto totali realizzati in carriera. Una percentuale che sfiora il cinquanta per cento, un dato ingigantito addirittura da una doppietta, materiale rarissimo per un difensore centrale.

Fu infatti proprio Alessandro Nesta a decidere la sfida del Bentegodi tra il Chievo (in campo anche Marcolini, attuale tecnico dei veronesi) e il Milan, dell’ottobre 2009, con due gol, entrambi di testa, segnati a ridosso del novantesimo. Due magie decisive per il 2-1 finale dei rossoneri.

Non è finita perché Nesta realizzò un gol (splendida girata sotto l’incrocio dei pali) sempre contro il Chievo, anche nella sfida di San Siro, dell’aprile 2006.
4-1 il finale.

Tre gol su otto totali in Serie A. Un dato niente male e quasi un’assicurazione sulla vita per il Frosinone, pronto stasera a lanciare l’assalto al Chievo ed a interrompere un fastidioso tabù.

Con il talismano Alessandro Nesta, sarà forse meno complicato.

 

Leave a Response