previous arrow
next arrow
PlayPause
previous arrownext arrow
Slider
AttualitàPrimo piano

Cassino, roghi sempre più frequenti: chiesto l’intervento dell’esercito [FOTO]

A seguito dei numerosi roghi che ogni giorno divampano a Cassino e nei comuni limitrofi, il membro della Consulta dell’Ambiente del Comune di Cassino, nonché Caporal Maggiore dell’Associazione Nazionale Sanità Militare Italiana Edoardo Grossi, ha scritto una lettera al Ministro della Difesa Lorenzo Guerini, al fine di porre l’attenzione sul problema sanitario che stanno vivendo i cittadini della zona.

Nella missiva è specificato che i roghi sono tanti e divampano con un “ritmo seriale”, e alcuni sono tossici poiché bruciano materiali come plastica, cellophane, polistirolo, vernici scadute, pneumatici e altri imballaggi, generano anche diossina. A questi si aggiungono inoltre i roghi di residui vegetali che sono comunque molto dannosi per le vie respiratorie.

Secondo Grossi, questo spiegherebbe la frequente nebbia visibile sia la mattina all’alba che al tramonto, nonché l’elevata incidenza di malattie gravi. I cittadini, che svolgono sempre più spesso il ruolo di sentinelle, ormai segnalano continuamente la presenza di roghi, ma resta un vuoto nei controlli da parte delle autorità, che quando arrivano sul posto del rogo è ormai troppo tardi. Nonostante questo ancora oggi non c’è stato nessun atto concreto da parte delle istituzioni, nonostante i continui appelli agli amministratori locali e nazionali.

Grossi ha infine chiesto al Ministro un intervento dell’esercito, il quale è tutt’ora presente in Campania per contrastare anche in quella regione il fenomeno dei roghi tossici.

Leave a Response