previous arrow
next arrow
PlayPause
previous arrownext arrow
Slider
CronacaPrimo piano

Supino, donna di origini rumene arrestata per simulazione di reati

Coinvolta una donna di origini rumene residente a Supino tra le persone arrestate a Latina dagli uomini della Squadra Mobile e dagli agenti della polizia giudiziaria della Polfer. La donna dovrà rispondere di simulazione di reati dopo che nel dicembre del 2018 aveva presentato una falsa denuncia contro ignoti. Questa infatti, fermata dai poliziotti che tentavano di fermare una banda di ladri dopo un furto, dichiarò di essere stata fermata da un gruppo di persone che l’hanno obbligata con violenza a guidare l’auto su loro indicazioni. Le indagini successive hanno constatato che la donna era la compagna di un altro indagato e che la notte del 3 dicembre 2018 era stata identificata dopo un furto in un ristorante di Pontinia. Secondo il giudice delle indagini preliminari è emerso che l’obiettivo della donna era quello di far incastrare i ladri, i quali nei loro furti avevano sempre obiettivi diversi e il valore della refurtiva si aggirava intorno ai 30 mila euro.

Leave a Response