IL PONTE BAILEY - RICCARDO MASTRANGELI
IL PONTE BAILEY - RICCARDO MASTRANGELI
Frosinone STAGIONE TEATRALE 2022/2023
IIS VOLTA FROSINONE OPEN DAY
p-b-jpeg-1
PlayPause
previous arrow
next arrow
Frosinone STAGIONE TEATRALE 2022/2023
IIS VOLTA FROSINONE OPEN DAY
p-b-jpeg-1
previous arrow
next arrow
Primo pianoSport

Kone a KickOff: “Giocare in Italia è un sogno, Frosinone realtà splendida con una super tifoseria”(VIDEO)

Ben Lhassine Kone ospite di KickOff, il format dedicato al campionato di Serie B in onda tutti i lunedì sera su ExtraTvlive (canale 194). Il centrocampista ivoriano, tra le rivelazioni di questo inizio di stagione, ha parlato del momento che vivono i giallazzurri di Fabio Grosso, reduci dal ko di Parma.

“Siamo tutti un po’ rammaricati – ha dichiarato Kone – era una partita che si poteva a vincere, anche perché soprattutto nel primo tempo il Parma non era stato poi così pericoloso. Purtroppo gli episodi dei due rigori hanno indirizzato la partita in loro favore. A Frosinone mi sto trovando benissimo. Mi fa molto piacere sentire l’affetto dei tifosi. Quando sono arrivato ho avuto un piccolo colloquio con mister Grosso che mi ha fatto capire quello che avrebbe voluto dai suoi giocatori, soprattutto da noi centrocampisti. Sono arrivato qui con l’obiettivo di trovare quella continuità che mi è mancata negli ultimi anni. Ruolo? Con la Primavera del Torino giocavo da trequartista più avanzato – ha proseguito Kone – a Crotone invece mi è capitato di giocare anche da esterno di attacco. Poi con Juric ho imparato a fare il ruolo di mediano. Mi sono adattato e mi trovo bene anche in questa posizione. Non ho preferenze di ruoli in campo. Per me l’importante è giocare”.

Poi Kone ha raccontato la sua storia e il suo sbarco in Italia il 25 dicembre del 2015.

“Non è stato semplice quando sono arrivato in Italia perchè non avevo nessuna squadra e nessun aiuto. La prima esperienza è stata con la Certosa ma non avevo ancora i documenti in regola per il tesseramento. Poi sono andato alla Vigor Perconti, dove ho iniziato a giocare. Ricordo la prima partita, in pochi minuti feci due gol e poi venni espulso. Alla fine di quella stagione ho firmato con il Torino. Ho un bel rapporto con il presidente Cairo. Lo ringrazierò sempre perché mi ha dato la possibilità di far parte di una squadra grandissima. Il mio punto di riferimento? Mi piacciono quei giocatori che in campo danno tutto, come Nianggolan e Vidal”.

GUARDA UN ESTRATTO DELLA PUNTATA DI KICKOFF:

Leave a Response