720x576
720x576
720x576
p-b-jpeg-1
PlayPause
previous arrow
next arrow
720x576
720x576
720x576
p-b-jpeg-1
previous arrow
next arrow
Primo pianoSport

Frosinone: la prima del nuovo anno, una scomoda insidia (VIDEO)

Una scomoda insidia. La prima del nuovo anno ha regalato poche soddisfazioni al Frosinone nelle ultime stagioni in Serie B.

Numeri alla mano, i giallazzurri hanno vinto soltanto una delle cinque partite giocate dopo la maxi sosta di Natale. Un bilancio negativo e una tradizione sfavorevole, che ha toccato un po’ tutti gli allenatori della storia recente del club. Da Stellone a Nesta, passando per Marino e Longo, quest’ultimo l’unico a conquistare il successo pieno nel gennaio del 2018, nella stagione della seconda storica promozione in Serie A del Frosinone.

Nel 2015 non bastò, nella trasferta di Brescia, l’ultimo gol in maglia giallazzurra di Davis Curiale. Il Frosinone, tra le prime della classe dopo uno straordinario girone di andata, uscì sconfitto 3-1 dal Rigamonti. Due anni dopo, il 21 gennaio 2017, andò addiritttura peggio al Frosinone di Pasquale Marino, contro la Virtus Entella avanti 1-0 grazie al gol di Dionisi ma clamorosamente ripreso e ribaltato in pieno recupero da Troiano prima e Caputo dopo. In mezzo, nel complicatissimo pomeriggio di Chiavari, l’espulsione di Raffaele Maiello, all’esordio assoluto in giallazzurro.

Dalla tempesta di risultati negativi di inizio anno si salva, come detto, Moreno Longo, che il 20 gennaio 2018 superò agevolmente allo Stirpe la Pro Vercelli. Nel 4-0 finale a segno tre difensori Ariaudo, Matteo Ciofani e Terranova.

Un pareggio e una sconfitta è invece il bilancio, nelle gare di esordio del nuovo anno, di Alessandro Nesta, bloccato sul 2-2 dal Pordenone di Pobega, nel gennaio 2020 e beffato in pieno recupero dalla Spal, a segno Paloschi, nel 2021.

Sabato si riparte da Pisa, tocca a Fabio Grosso sfatare il tabù esordio e superare una storica, scomoda insidia.

GUARDA IL NOSTRO SERVIZIO:

Leave a Response