720x576
720x576
720x576
p-b-jpeg-1
PlayPause
previous arrow
next arrow
720x576
720x576
720x576
p-b-jpeg-1
previous arrow
next arrow
Primo piano

Cassino: progetto Scuole Sicure, entrano in funzione 13 nuove telecamere

Progetto Scuole Sicure a Cassino, entrano in funzione 13 nuove telecamere.

Il progetto, che ora si concretizza, era nato da un protocollo d’intesa tra la Prefettura e il Comune, finalizzato alla prevenzione e al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi degli istituti scolastici. Era stato presentato dal Comune di Cassino e aveva ottenuto il parere favorevole del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Il contributo (21 mila euro) è stato erogato dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza. Le scuole interessate sono: Scuola del Colosseo di piazza Piave e le tre scuole Medie “Di Biasio”, “Conte”, “Diamare”.
A completamento del progetto, nelle prossime settimane sono previsti percorsi formativi di prevenzione e sensibilizzazione del disagio e della devianza legati al consumo di droga, d’intesa con le istituzioni scolastiche e gli assessorati alla Sicurezza, Istruzione e Servizi Sociali, da effettuare attraverso un ciclo di incontri settimanali con gli studenti delle scuole aderenti al progetto.

“Con queste ultime 13, sale a 32 il numero di nuove telecamere installate in città dal giugno 2019 – ha dichiarato il sindaco di Cassino Enzo Salera – questi numeri testimoniano il grande impegno dell’amministrazione per il potenziamento della videosorveglianza e della sicurezza nella nostra città”.

“Ora, dunque, sono in funzione, in totale, 48 telecamere – ha aggiunto il consigliere comunale Riccardo Consales – nel solo anno 2021 sono state installate 16 nuove telecamere in vari punti della città e quest’anno contiamo di metterne altre 14 nel quartiere san Bartolomeo”.

L’assessora alla Polizia Locale Barbara Alifuoco, ha infine sottolineato l’importanza di quanto fatto: “Tenere sotto controllo luoghi sensibili come le scuole individuando tempestivamente fenomeni di delinquenza, microcriminalità e spaccio di sostanze stupefacenti, è un’attività che aumenta il livello di sicurezza sul nostro territorio. Sappiamo bene quanto questo sia un tema molto sentito dai cittadini ed è per questo motivo che siamo particolarmente soddisfatti di aver centrato un obiettivo che è importante per tutti. Stiamo lavorando per rendere fruibili le immagini, in tempo reale, anche da parte delle Forze dell’Ordine in modo da continuare ad agire in totale sinergia con polizia e carabinieri e, nello stesso tempo, ottimizzare le risorse che ci vengono assegnate dallo stato”.    

Leave a Response