p-b-jpeg-1
p-b-jpeg-1
PlayPause
previous arrow
next arrow
p-b-jpeg-1
p-b-jpeg-1
previous arrow
next arrow
Primo piano

Ferentino: caso mensa scolastica, il comune ci ripensa

Caso mensa scolastica a Ferentino. Dopo le polemiche dei giorni scorsi il comune è tornato sui suoi passi.
Riceviamo e trasmettiamo il comunicato congiunto dei consiglieri comunali Maurizio Berretta e Luca Zaccari.

“Nel caso riguardante la revoca del servizio della mensa scolastica a Ferentino, apprendiamo con favore l’esito positivo della riunione tenutasi in mattinata tra comune, rappresentanti delle scuole e dei genitori degli alunni. L’unico dubbio che ancora nutriamo è sul comportamento confusionario adottato dal Comune il quale, inizialmente , disorientando genitori e direzioni scolastiche, ha manifestato l’intenzione di non mantenere il servizio di mensa, salvo poi ripensarci improvvisamente, come si apprende dagli organi di stampa locali.
Già in primavera scorsa il Consiglio comunale dovette approvare un debito fuori bilancio relativo al servizio della mensa scolastica, evidenziando così un chiaro sintomo di mancata programmazione in tale ambito. Nonostante ciò però, ad aggi, il servizio risulta ancora mancante nella programmazione dell’Ente, cosa che va a cozzare con le notizie spuntate fuori sui giornali stamattina; è evidente, dunque, che gli assessori Evelina Di Marco e Luigi Vittori, rispettivamente competenti nella Pubblica istruzione e nei Servizi sociali, non hanno mai avuto un confronto continuativo con le direzioni didattiche degli istituti scolastici della città, generando così, nel caso in questione, disorientamento e disservizi come sottolineato dalla maggioranza dei genitori e del personale scolastico. I due assessori, arrivati a questo punto, dicano una volta per tutte se hanno intenzione di espletare compiutamente, o meno, il loro mandato. Nel frattempo, i sottoscritti Consiglieri comunali, fin da subito, hanno raccolto le opinioni e sostenuto i genitori e le scuole nel cercare di riottenere il vitale servizio di mensa, confrontandosi su eventuali soluzioni sia con questi ultimi che con il Sindaco stesso. A tal proposito, apprezziamo la proposta del tavolo tecnico atta a trovare una soluzione ma allo stesso tempo chiediamo espressamente di poterne far parte, col fine di dare il nostro fattivo contributo alle problematiche del mondo della scuola, partendo dal presupposto che per noi questo è un servizio essenziale e, di conseguenza, deve essere esteso, nei modi e nei tempi che si andranno a concordare, in entrambi gli istituti comprensivi”.

Leave a Response