720x576
720x576
720x576
p-b-jpeg-1
PlayPause
previous arrow
next arrow
720x576
720x576
720x576
p-b-jpeg-1
previous arrow
next arrow
Economia & LavoroPrimo piano

Cassino-Gaeta, incontro per progetto collegamento ferroviario

Importante incontro, ieri, a Gaeta, presso la sede del Consorzio per lo Sviluppo Industriale del sud Pontino. Si è parlato del progetto della tratta ferroviaria Gaeta-Cassino, preziosa infrastruttura da inserire nel Recovery Plan.

Presenti per la nostra città il sindaco, Enzo Salera, e l’assessore alle Attività Produttive e Trasporti, Arianna Volante; per il Comune di Gaeta il vicesindaco, Angelo Magliozzi, per Minturno il sindaco Gerardo Stefanelli, per il Comune di Formia la Commissaria. Presenti altresì il presidente del Cosilam, Marco Delle Cese, e il presidente del Cosind, Salvatore Forte. Alla concretizzazione del progetto sta dando il suo prezioso e competente contributo anche il presidente della Banca Popolare del Cassinate, Vincenzo Formisano, che ieri, però, non ha potuto partecipare all’incontro ma che ha confermato il proprio impegno.

Come già noto, l’ipotesi a cui si sta lavorando riguarda il progetto del collegamento ferroviario tra Cassino e il suo settore industriale con l’area portuale di Gaeta. Si tratta di puntare ad un doppio obiettivo: l’uno riguarda l’aspetto turistico, l’altro  quello logistico-industriale.

Il “tavolo tecnico” tornerà a riunirsi a Cassino il prossimo 26 aprile per l’approvazione del progetto definitivo da presentare a Roma, al Ministero dello Sviluppo Economico, il 28 Aprile.

Il sindaco Enzo Salera ha detto che per rendere attrattivo il nostro territorio dobbiamo puntare ad opere di ampio respiro, cercando anche di coinvolgere più realtà e più forze. “ Riguardo al progetto in atto – ha aggiunto il primo cittadino – la nostra città martire rappresenta lo snodo ideale tra l’entroterra e il mare”

La giovane assessora Arianna Volante dal canto suo sostiene che il collegamento ferroviario darà respiro e potenziamento al polo industriale nella prospettiva del superamento dell’attuale crisi e dell’avvio di una ripresa produttiva di Stellantis e dell’indotto collegato alla casa automobilistica. “Dobbiamo avere la capacità di saper sfruttare al massimo l’opportunità che ci viene offerta dal Recovery Plan”, ha aggiunto.

Leave a Response