previous arrow
next arrow
PlayPause
previous arrownext arrow
Slider
Primo pianoSanità & Sociale

Regione Lazio: Giornata contro la Violenza sulle Donne, presentate diverse iniziative

Sono state numerose le iniziative presentate dalla Regione Lazio, in occasione della “Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”.

Ad illustrarle, in conferenza stampa, il presidente Nicola Zingaretti, l’Assessora alle Pari Opportunità e Turismo Giovanna Pugliese, il Presidente della IX Commissione Consiliare “Pari Opportunità” Eleonora Mattia ed il Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Roma Antonio Galletti.

All’ingresso principale della sede della Regione Lazio, in via Cristoforo Colombo, è stata inaugurata la panchina rossa, il colore simbolo del no alla Violenza contro le Donne. 65 i comuni del Lazio che hanno istallato nel loro territorio una panchina rossa.
Nel territorio regionale sono attivi 26 Centri Antiviolenza, numero raddoppiato nell’ultimo biennio.

La Regione Lazio promuove, con oltre 2 milioni di finanziamento, le iniziative e i progetti per il contrasto della violenza maschile e per la promozione di una cultura contro l’odio. E’ stato creato inoltre un sistema informativo di monitoraggio dei dati sulla violenza di genere e sono stati sottoscritti due importanti Protocolli, uno con la Procura di Roma e con l’Ordine degli Psicologi e l’altro con l’Ordine degli Avvocati di Roma per il gratuito patrocinio in sede penale e civile per quelle donne non nelle condizioni economiche di resistere in giudizio.

Il Lazio è inoltre la prima Regione d’Italia ad aver adottato una misura a sostegno degli orfani delle vittime di femminicidio nei confronti dei quali viene erogato un contributo di 5.000 euro fino al compimento del 29° anno di vita.

Per il secondo anno consecutivo, la Regione Lazio ha inoltre finanziato il progetto di prevenzione e sensibilizzazione “Io non odio”, progetto destinato agli studenti delle scuole superiori del Lazio. Sono stati anche finanziati altri due importanti progetti: il primo con la Fondazione Iotti per promuovere le donne immigrate in Italia, il secondo con l’Osservatorio per la legalità e la sicurezza che si concentra invece sul contrasto alla criminalità organizzata e il ruolo che le donne hanno in questa difficile battaglia.

Leave a Response