IL PONTE BAILEY - RICCARDO MASTRANGELI
IL PONTE BAILEY - RICCARDO MASTRANGELI
IL PONTE BAILEY - RICCARDO MASTRANGELI
MASTRANGELI; ABBIAMO DATO UNA SEDE ALL'ACCADEMIA
Campagna di screening oncologico itinerante per la prevenzione dei tumori della cervice uterina, mammella e colon retto
RICCARDO MASTRANGELI LA FROSINONE DEL FARE
p-b-jpeg-1
PlayPause
previous arrow
next arrow
MASTRANGELI; ABBIAMO DATO UNA SEDE ALL'ACCADEMIA
Campagna di screening oncologico itinerante per la prevenzione dei tumori della cervice uterina, mammella e colon retto
RICCARDO MASTRANGELI LA FROSINONE DEL FARE
p-b-jpeg-1
previous arrow
next arrow
AttualitàPrimo pianoSanità & Sociale

Frosinone: una nuova App per monitorare il Covid in città

L’amministrazione comunale di Frosinone, sta valutando, la possibilità di dotarsi di due strumenti per contrastare il virus, dando inoltre ampia informazione, ai cittadini in tempo reale, sulla situazione sui casi relativi al Covid-19.

Attraverso il sistema di georeferenziazione già attivo, infatti, il comune di Frosinone può monitorare l’andamento della curva, associando i numeri dei contagi alle persone residenti nel comune che potranno così ricevere direttamente assistenza: ad esempio, tali nominativi saranno contattati direttamente dagli uffici per la sanificazione delle aree comuni e per consegnare i contenitori qualificati come rifiuto indifferenziato, con esenzione temporanea dell’obbligo di differenziazione.

Il Comune di Frosinone, inoltre, sta verificando la possibilità di attuare un servizio che dia la possibilità di verificare in tempo reale la situazione dei contagi nelle varie zone della città. Tale servizio potrebbe essere inserito all’interno della app istituzionale del Comune, permettendo così alla popolazione di monitorare costantemente i numeri dei positivi, dei negativizzati e delle persone in isolamento.
In definitiva, l’app di monitoraggio si strutturerà su due profili di gestione di dati: uno, ad uso esclusivamente interno, non consultabile, con elementi specifici per l’assistenza sociale e sanitaria nelle abitazioni e nei condomini; l’altro, programmato per la consultazione esterna da parte dei singoli cittadini, i quali avranno la possibilità di verificare, in forma del tutto anonima, l’evoluzione e diffusione del virus nelle singole zone in cui risulterà divisa la città, evitando in tal modo la frequentazione e lo stazionamento temporaneo degli ambiti nei quali dovessero concentrarsi situazioni di maggiore criticità.

Leave a Response