previous arrow
next arrow
PlayPause
previous arrownext arrow
Slider
Primo pianoSport

Frosinone, Frara: “Rosa competitiva, abbiamo il dovere di lottare per posizioni importanti”

Alessandro Frara in diretta su ExtraTv.
Il direttore sportivo del Frosinone, ha fatto il punto del mercato, poche ore dopo la conclusione della sessione estiva.

“E’ stato sicuramente un mercato molto complicato, vista la crisi e il covid – ha dichiarato Frara a KickOff – Abbiamo fatto diverse operazioni e completato la rosa. Ringrazio il presidente che ha fatto ancora una volta sforzi economici importanti. Obiettivi? Noi ce la giochiamo. La rosa è competitiva. Abbiamo il dovere di lottare per posizioni importanti”.

Alla corte di Alessandro Nesta è arrivato nelle ultimissime ore Marco Carraro, centrocampista ex Perugia. Tra i volti nuovi anche Curado e Parzyszek, che hanno già esordito a Venezia, oltre al baby Baroni. In uscita hanno salutato il gruppo Nicola Citro, Marcello Trotta e i giovane Andrea Errico.

“Carraro va a completare il nostro centrocampo, alzando la qualità e il livello di competizione – ha proseguito Frara – Parziscek è un giocatore pronto e maturo. Ha vinto il campionato in Polonia due stagioni fa, da capocannoniere della squadra. E’ un attaccante da area di rigore, ha un gran fisico ma è bravo anche tecnicamente. Curado ha disputato dei campionati importanti in Argentina, in Italia è stato penalizzato dagli infortuni. Per la difesa a tre credo sia perfetto, perchè ha forza e velocità. Baroni è invece un ragazzo di prospettiva, giovane che in Serie C ha fatto molto bene. Ci auguriamo possa crescere e maturare con noi.
Cessioni? Davanti c’era troppo traffico e abbiamo trovato queste due soluzioni per Citro e Trotta. Complessivamente siamo soddisfatti. Abbiamo perso Krajnc che era un giocatore che aveva un ingaggio molto importante. Errico è un giovane di talento ma nelle ultime settimane abbiamo visto che c’era tanta concorrenza e lui stesso ha manifestato la volontà di andare a giocare in un altro club.

Saltato infine l’affare con la Spal per la cessione di Ardemagni.
“La trattativa non è andata a buon fine perché Jankovic non si è accordato con la Spal – il retroscena svelato da Frara – è stata una trattativa che è nata nelle ultimissime ore ma siamo comunque felici di avare ancora con noi Ardemagni. E’ un giocatore molto importante, in campo e fuori”.

Leave a Response