previous arrow
next arrow
PlayPause
previous arrownext arrow
Slider
CronacaPrimo piano

Cassino: truffa ed estorsione, quattro indagati

Quattro persone residenti nel Cassinate, tra cui un dipendente dell’Agenzia Territoriale Edilizia Residenziale (Ater) di Frosinone, risultano indagate con l’accusa di truffa aggravata, concorso in tentata estorsione e lesione personale.

I Carabinieri della Compagnia di Cassino hanno infatti notificato un avviso di conclusione delle indagini preliminari emesso dalla Procura della Repubblica di Cassino.

Indagini avviate lo scorso 22 giugno 2019 a seguito di una denuncia sporta da una donna 28enne di Cassino, madre di due bambine in tenera età.

Nel febbraio 2019, infatti, tre dei quattro indagati, approfittando dello stato di bisogno della 28enne, le facevano credere di essere proprietari di un appartamento ATER, in realtà di proprietà dell’Ente Pubblico, situato in zona San Bartolomeo a Cassino.

L’intenzione era di volerlo vendere al prezzo di quattromila euro.

I tre falsi venditori, con la complicità di un 57enne cassinate dipendente ATER, rassicurarono la vittima in merito alla regolarizzazione dell’operazione di compravendita presso gli uffici dell’ATER di Frosinone, facendosi consegnare, a titolo di acconto, la somma di duemiladuecento euro in contanti.

Il 17 giugno 2019 due dei quattro truffatori si recarono presso l’abitazione della vittima minacciandola e aggredendola per non aver saldato il prezzo intero dell’appartamento.

A seguito dell’aggressione la vittima denunciava quanto accaduto presso gli uffici della Compagnia Carabinieri di Cassino.

Leave a Response