previous arrow
next arrow
PlayPause
previous arrownext arrow
Slider
CronacaPrimo piano

Roma: mascherine illegali, sequestri per 3,7 milioni

A Roma i militari della Guardia di Finanza hanno denunciato quattro persone per il reato di frode in commercio e sequestrato 320 mila mascherine del tipo FFP2, sprovviste dei requisiti di sicurezza previsti dalle normativa.

Le indagini, condotte dai finanzieri della Compagnia di Pomezia, sono iniziate dopo il sequestro di alcune  mascherine effettuato in un negozio di Ardea. I dispositivi infatti, importati dalla Cina, riportavano il marchio “CE” rilasciato da un istituto non autorizzato.

Gli accertamenti, svolti dai militari con il Ministero della Salute, l’Istituto Superiore di Sanità e l’I.N.A.I.L., hanno permesso di scoprire l’importatore, ovvero un’impresa di Perugia, attiva nella distribuzione di dispositivi di protezione individuale, e altre società clienti della prima destinatarie delle partite di mascherine.

Sono quindi scattate le perquisizioni presso le sedi e i magazzini di quattro società situate a Roma, Anagni, Perugia e Civitanova Marche.

Perquisizioni che hanno permesso ai finanzieri di trovare i 320 mila dispositivi di protezione i quali, una volta piazzati sul mercato, avrebbero fruttato circa 3,7 milioni di euro.

Leave a Response