IL PONTE BAILEY - RICCARDO MASTRANGELI
IL PONTE BAILEY - RICCARDO MASTRANGELI
IL PONTE BAILEY - RICCARDO MASTRANGELI
MASTRANGELI; ABBIAMO DATO UNA SEDE ALL'ACCADEMIA
Campagna di screening oncologico itinerante per la prevenzione dei tumori della cervice uterina, mammella e colon retto
RICCARDO MASTRANGELI LA FROSINONE DEL FARE
p-b-jpeg-1
PlayPause
previous arrow
next arrow
MASTRANGELI; ABBIAMO DATO UNA SEDE ALL'ACCADEMIA
Campagna di screening oncologico itinerante per la prevenzione dei tumori della cervice uterina, mammella e colon retto
RICCARDO MASTRANGELI LA FROSINONE DEL FARE
p-b-jpeg-1
previous arrow
next arrow
AttualitàPrimo piano

Fase 2: cosa ancora non è permesso fare

Oggi lunedì 18 maggio è la giornata di riapertura del Paese, in cui tornano operative la maggior parte dell’attività commerciali e si torna in una fase di “quasi normalità”.

Si potrà andare, ad esempio, a trovare gli amici, muoversi liberamente nella propria regione e soprattutto da oggi non saranno più necessarie le autocertificazioni.

Alcune attività, però, restano ancora non accessibili ai cittadini.

Tra queste vi sono cinema, teatri e sale da concerto: il ritorno in questi luoghi è infatti previsto per il 15 giugno. I posti a sedere saranno preassegnati e distanziati, con almeno un metro fra uno spettatore e l’altro.

I viaggi verso i paesi dell’Unione Europea, invece, potranno essere effettuati a partire dal prossimo 3 giugno:  nello specifico verso gli stati dell’Unione europea e dell’area Schengen, la Gran Bretagna, Andorra e il Principato di Monaco, San Marino e Città del Vaticano. Restano vietati gli spostamenti verso altri Paesi.

Sempre dal 3 giugno ci si potrà spostare verso le seconde casa situate in una regione diversa da quella di residenza.

Dal 25 maggio, invece, riapriranno anche palestre e piscine, con le Regioni che potranno anticipare o posticipare le aperture. Sarà obbligatorio disinfettare sdraio, lettini e ombrelloni ad ogni cambio di persona o nucleo familiare. In vasca, invece, la “densità di affollamento” non dovrà superare i “7 mq di superficie a persona”. Stesso spazio deve essere garantito nelle aree solarium.

Infine, tutti i cortei restano vietati a data da destinarsi. Sono accettate le manifestazioni pubbliche ma soltanto in forma statica e a patto che siano osservate le distanze sociali prescritte.

Leave a Response