IL PONTE BAILEY - RICCARDO MASTRANGELI
IL PONTE BAILEY - RICCARDO MASTRANGELI
IL PONTE BAILEY - RICCARDO MASTRANGELI
MASTRANGELI; ABBIAMO DATO UNA SEDE ALL'ACCADEMIA
Campagna di screening oncologico itinerante per la prevenzione dei tumori della cervice uterina, mammella e colon retto
RICCARDO MASTRANGELI LA FROSINONE DEL FARE
p-b-jpeg-1
PlayPause
previous arrow
next arrow
MASTRANGELI; ABBIAMO DATO UNA SEDE ALL'ACCADEMIA
Campagna di screening oncologico itinerante per la prevenzione dei tumori della cervice uterina, mammella e colon retto
RICCARDO MASTRANGELI LA FROSINONE DEL FARE
p-b-jpeg-1
previous arrow
next arrow
AttualitàPrimo piano

Natale in Ciociaria: le tradizioni più diffuse nella nostra provincia

Il Natale è ormai alle porte e le famiglie ciociare si stanno preparando per trascorrere nel migliore dei mondi la festa più attesa dell’anno.

Andiamo a scoprire quindi quali sono le tradizioni più celebrate in Ciociaria nel periodo natalizio.

La più celebre è forse quella legata agli zampognari i quali, anche se meno frequentemente rispetto al passato, attraversano gran parte dei paesi della provincia per allietare i cittadini con le canzoni tipiche di questo periodo.

Un’altra tradizione celebrata tuttora da molte famiglie ciociare è quella relativa al ciocco di legno che viene gettato nel camino la sera della vigilia di Natale e resta ad ardere fino al giorno dell’Epifania.

Il ceppo natalizio appartiene ad una tradizione diffusa in tutta Europa e che risale ai popoli nordici e balcanici, addirittura dal periodo pre-cristiano.

Il fuoco generato dal ceppo ardente assume il significato di purificazione e di rinascita.

Per quanto riguarda il cibo, uno dei dolci più diffusi in provincia è il panpepato o pangiallo, così come le frittelle che possono essere riempite con diversi alimenti: uva, mele, broccoli, alici o baccalà, per poi essere ricoperte con lo zucchero.

I.R.

Leave a Response