previous arrow
next arrow
PlayPause
previous arrownext arrow
Slider
CronacaPrimo piano

Guardia di Finanza, denunciate 37 famiglie che percepivano illegalmente il reddito di cittadinanza

Gli uomini del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Frosinone, dopo un’intensa attività investigativa, hanno scoperto un numero di ben 37 famiglie che ricevevano in maniera illecita il reddito di cittadinanza.

Tali famiglie, residenti nei comuni di Frosinone, Cassino, Sora, Anagni, Castro dei Volsci e San Giovanni Incarico, riuscivano a percepire il reddito presentando documentazione o dichiarazioni non veritiere relativamente ai redditi posseduti, alla composizione del nucleo familiare, al possesso di immobili o autovetture, alla condizione lavorativa e alla presenza di provvedimenti di natura giudiziaria.

Delle 37 famiglie incriminate 26 sono di etnia rom e da tempo residenti in provincia di Frosinone, e all’interno di queste 26 persone ricevevano il reddito per un valore complessivo di 110.000 euro.

Da segnalare la situazione di una ragazza di Cassino che lavorava in nero in un negozio di parrucchiere e il cui reddito non era stato indicato nella dichiarazione presentata all’INPS allo scopo di abbassare l’indice di redditività.

In un altro caso invece un imprenditore aveva deciso di non dichiarare il possesso delle intere quote di una società a responsabilità limitata per un valore di 10.000 euro mentre suo figlio lavorava in nero e riceveva un salario non inserito nella dichiarazione presentata all’Ente di previdenza.

Le 37 famiglie denunciate sono state segnalate all’ufficio INPS di competenza ed è stato immediatamente attivato il blocco del beneficio e il recupero delle somme di denaro percepite illegalmente.

Leave a Response