Confcommercio Lazio Sud
previous arrow
next arrow
PlayPause
previous arrownext arrow
Slider
CronacaPrimo piano

Castrocielo, investimento sulla Casilina: arresto non convalidato per il pirata

Il Gip del Tribunale di Cassino non ha convalidato l’arresto per Angelo Carcione, il 53enne sondaggista di Aquino in stato di fermo da lunedì, accusato di aver investito M’Hamed El Asyly, il venditore ambulante trovato morto in un canale di scolo a Castrocielo, lungo la Casilina.

Carcione era stata raggiunto presso la sua abitazione dai Carabinieri della compagnia di Pontecorvo i quali, grazie agli oggetti rinvenuti sul luogo dell’incidente – in particolare lo specchietto retrovisore lato passeggero – erano riusciti a risalire all’auto di Carcione, la quale mostrava tutti i segni dell’impatto.

Il 53enne, però, davanti al Gip martedì pomeriggio ha negato tutto, affermando di non sapere da quando lo specchietto non fosse più al suo posto e soprattutto di non aver urtato alcuna persona nella serata di domenica.

Il Gip ha quindi deciso di non convalidare la misura. I motivi sono due: sarebbe venuto meno il pericolo di fuga e soprattutto ha inciso la collaborazione con la magistratura dimostrata da Carcione, per il quale è stata comunque emessa un’ordinanza di presentazione alla Procura Generale.

Intanto nella giornata di oggi verrà effettuata l’autopsia sul corpo della vittima che dovrebbe far luce definitivamente sulle esatte cause della morte.

Leave a Response