previous arrow
next arrow
PlayPause
previous arrownext arrow
Slider
AttualitàPoliticaPrimo piano

Provincia, al via la riorganizzazione delle attività nelle sedi decentrate di Sora e Cassino

Nella giornata di oggi è stato approvato il decreto che stabilisce la riorganizzazione delle attività gestite nelle sedi decentrate della Provincia di Frosinone, quelle di Cassino e Sora, al fine di assicurare una maggiore funzionalità senza diminuire i servizi per i cittadini, rispondendo ai criteri di efficacia, efficienza ed economicità della pubblica amministrazione. L’obiettivo primario è quello di consentire un ottimale svolgimento delle funzioni anche attraverso lo snellimento delle strutture burocratico-amministrative e gli accorpamenti di uffici mantenendo i servizi essenziali per i cittadini.

Presso le sedi decentrate di Sora e Cassino sarà quindi possibile fruire dei seguenti servizi: polizia provinciale, sportello Apef per le pratiche riguardante gli impianti termici, Atc per le attività relative alla caccia e lo sportello polifunzionale sulle materie di competenza provinciale. Nei prossimi giorni, sul sito istituzionale della Provincia, verranno pubblicate tutte le informazioni per gli utenti.
La decisione di riorganizzare il lavoro svolto nelle sedi decentrate – ha dichiarato il presidente Antonio Pompeorisponde a due precisi obiettivi: da un lato a quello di valorizzare il lavoro del personale impiegato e ridefinire le attività, affinché sia più facile interagire e comunicare con funzionari, dirigenti e uffici. In secondo luogo, a quello di velocizzare e rendere più efficiente l’erogazione dei servizi, che la Provincia fornisce a Comuni e cittadini, valorizzando adeguatamente le risorse umane di cui l’Ente dispone. Una pubblica amministrazione più rapida e meno farraginosa non può che essere un valido sostegno per tutte le altre istituzioni che ad essa fanno riferimento. Un ulteriore sforzo che dimostra, ancora una volta, l’importanza delle sue funzioni per le quali rivendica certezze ma, soprattutto, risorse economiche da investire per il territorio“.

Leave a Response