previous arrow
next arrow
PlayPause
previous arrownext arrow
Slider
Primo pianoSanità & Sociale

Il problema delle barriere architettoniche: la testimonianza di una donna

Un’attivista per i diritti dei disabili ha raccontato la sua difficile esperienza in un noto parco divertimenti della penisola. La donna ha lamentato inizialmente il fatto che sia a lei che all’accompagnatrice è stato fatto pagare il biglietto. Dopodiché le è stata negata anche la possibilità di muoversi autonomamente per  fare un tour esperienza e vedere da vicino alcune specie animali, poiché attraverso la sedia a rotelle riesce comunque a muoversi senza l’accompagnatore.

La parte più complicata è stata però il muoversi lungo i percorsi, perché fatti con materiali non adatti alle ruote della sedia a rotelle, ad esempio brecciolini, i quali rendevano difficile il passaggio della carrozzina, così come il prato in cui erano sistemati i lettini, sul quale le ruote affondavano. Anche le postazioni dalle quali vedere gli spettacoli degli animali non permettevano una buona visuale.

La ragazza, dopo la cattiva esperienza, ha fatto appello al sindaco della città dove sorge il parco e alla ASL, sperando che possano prendere seri provvedimenti. Questo fatto fa emergere ancora le difficoltà relative al superamento delle barriere architettoniche, e alle relative normative. Si spera che ben presto possa essere risolto questo difficile problema in tutto il mondo.

 

Leave a Response