previous arrow
next arrow
PlayPause
previous arrownext arrow
Slider
CronacaPrimo piano

Certificati falsi nel carcere di Frosinone: sotto processo medico e detenuto

Un medico 60enne che opera all’interno del carcere di Frosinone è accusato di aver rilasciato falsi certificati in cambio di soldi per favorire un detenuto, dichiarando che questo avesse delle patologie incompatibili con il regime carcerario. Oltre al medico è finito sotto processo anche lo stesso detenuto di 41 anni: il primo dovrà rispondere del reato di induzione indebita a promettere utilità e falsità ideologica; al secondo invece è stato contestato il reato di corruzione.

Gli avvocati del detenuto, Rosario Grieco e Giulia Giacinti, chiedono però l’incapacità processuale del loro assistito a causa delle sue condizioni di salute, e ciò va a favore del medico 60enne che sostiene di non aver mai falsato i certificati e che è difeso dall’avvocato Nicola Ottaviani. Tale vicenda è emersa a seguito di alcuni accertamenti dai quali è venuto fuori che per tre volte, a distanza di poco tempo, sono stati presentati solleciti per trasferire il detenuto con urgenza in una centro diagnostico terapeutico al fine di curare le sue patologie. Il prossimo 17 settembre il giudice dovrà stabilire se accogliere o meno la richiesta degli avvocati difensori del detenuto.

Leave a Response