Confcommercio Lazio Sud
previous arrow
next arrow
PlayPause
previous arrownext arrow
Slider
CronacaPrimo piano

Aggressione sul Cotral, esclusa aggravante a sfondo razziale

L’autista del Cotral che lo scorso 8 luglio a Piedimonte San Germano ha aggredito un passeggero nigeriano 39enne è stato iscritto per lesioni nel fascicolo aperto dalla Procura. L’inchiesta è condotta dai sostituti procuratori De Franco e Bulgarini ed è affidata ai Carabinieri di Cassino. Esclusa dunque l’aggravante a sfondo razziale, in base agli elementi emersi finora. Le versioni delle due persone coinvolte, autista e passeggero, sono però contrastanti. Il 39enne, assistito dall’avvocato Pierluigi Franchitto, aveva presentato una controdenuncia con la quale ha riferito di essere stato colpito a calci e pugni dall’autista del bus, come documentato anche dal video virale apparso sul web. Secondo la difesa, il giovane voleva risalire sul bus per recuperare lo zaino.

Secondo l’autista, invece, le cose sono andate diversamente. Il 39enne pretendeva di essere riaccompagnato a casa e avrebbe aggredito per primo l’autista, come riferito ai Carabinieri guidati dal Capitano Mastromanno. La Cotral aveva avviato un procedimento disciplinare nei confronti dell’autista, mentre tra i sindacati e uomini della politica c’è chi è dalla parte dell’autista e di chi tutti i giorni si trova ad affrontare situazioni delicate sul posto dei lavoro.

Leave a Response