720x576
720x576
720x576
p-b-jpeg-1
PlayPause
previous arrow
next arrow
720x576
720x576
720x576
p-b-jpeg-1
previous arrow
next arrow
AttualitàPrimo piano

Respinti i ricorsi delle compagnie telefoniche: via libera ai rimborsi

CONSIGLIO DI STATO SEDE TARGA

Respinti dal Consiglio di Stato i ricorsi delle compagnie telefoniche Vodafone, Wind-Tre e Fastweb, presentati da queste ultime contro la decisione del Tar in merito alla vicenda delle bollette telefoniche ogni 28 giorni. Il Consiglio di Stato ha confermato la sentenza del Tar, che prevedeva le restituzioni entro il 31 dicembre 2018, restituzioni poi bloccate dal ricorso delle suddette compagnie. Ora si potranno chiedere rimborsi calcolabili tra i 30 e i 50 euro per ciascuno utente, con la compensazione delle fatturazioni future. A riguardo il presidente di Codacons Carlo Rienzi ha dichiarato:

Si apre definitivamente la strada ai rimborsi diretti in favore degli utenti i quali, attraverso il meccanismo della compensazione dei giorni erosi con le fatturazioni future, dovrebbero ricevere un indennizzo quantificabile tra i 30 e i 50 euro ciascuno per le maggiori spese sostenute a causa dell’illegittima pratica delle bollette a 28 giorni. Le compagnie telefoniche stanno giocando d’anticipo offrendo ai propri clienti indennizzi sotto forma di minuti e traffico internet gratis, ma i consumatori devono prestare massima attenzione. Tali offerte sono infatti a costo zero per le società di telefonia e potrebbero non compensare il credito vantato dagli utenti per le fatturazioni a 28 giorni”.

Leave a Response