previous arrow
next arrow
PlayPause
previous arrownext arrow
Slider
CronacaPrimo piano

Discarica di Nocione, il racconto di un testimone

Lo scorso tre luglio un incendio ha colpito la discarica di Nocione, a Cassino, mandando in cenere una grossa quantità di sterpaglie. Grazie al tempestivo intervento dei vigili del fuoco, per fortuna, non hanno preso fuoco i rifiuti. Un ex dipendente del comune di Cassino ora in pensione ha testimoniato in passato dell’enorme quantità di rifiuti presenti nelle grosse buche site a Nocione, a pochi metri da via Sferracavalli e al confine con la pista ciclabile. Tali buche erano state realizzate da un escavatorista appartenente alle ditte che all’epoca stavano realizzando la superstrada Cassino-Sora e in esse venivano buttate, oltre a carcasse di animali, anche rifiuti ospedalieri, per poi essere ricoperte di terra. L’uomo ha poi rivelato che nel 1980 la raccolta dei rifiuti di Cassino è stata affidata alla ditta esterna al Comune, la quale raccoglieva l’immondizia per poi trasportarla a Nocione e interrarla nelle buche. Anche in questo caso erano presenti rifiuti ospedalieri. Tale ditta poi provvedeva al trasferimento dell’immondizia in eccesso presso una discarica di Mondragone, ma quella che non trovava posto sul camion restava a Nocione al di fuori delle buche, provocando la fuoriuscita di percolato.

 

Leave a Response