previous arrow
next arrow
PlayPause
previous arrownext arrow
Slider
Cultura & Spettacolo

Lazio Pride, il comune di Frosinone nega il patrocinio

Il giorno del Lazio Pride a Frosinone è arrivato. Domani 22 giugno, alle ore 15.30, inizierà la manifestazione per le vie del capoluogo ciociaro. Il corteo prenderà il via da Piazzale Salvo D’Acquisto, per poi proseguire per via Po, via Aldo Moro, via Marco Tullio Cicerone, con arrivo previsto a Piazza Falcone e Borsellino (difronte la Villa Comunale). Il Comune di Frosinone, però, ha negato la concessione del patrocinio alla manifestazione, come riportato su Facebook dalla pagina del Comune stesso nella serata di ieri 20 giugno. A seguire una parte di quanto annunciato dal sindaco Nicola Ottaviani.

Purtroppo, nel 2019, una certa sinistra continua ancora a fare politica, con i soliti luoghi comuni di trent’anni fa, non rendendosi conto che, oggi, il nostro Paese, pur con tante difficoltà economiche, è diventato sicuramente, almeno, un Paese normale – ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani – Il Comune di Frosinone non ha concesso il patrocinio all’evento ludico-culturale della sfilata del Lazio Pride perché non ammette alcuna forma di violenza intellettuale o furbate nei confronti dell’Ente municipale. Erano stati proposti tre differenti percorsi ed era stata individuata, anche, la soluzione, condivisa, della centralissima via Adige, parallela a via Aldo Moro, per evitare disagi alla circolazione stradale e agli operatori commerciali il sabato pomeriggio. Purtroppo, le indicazioni del Comune non sono state tenute in alcun conto, al netto del fatto che abbiamo appreso direttamente dalla stampa anche il giorno dell’evento, senza che vi fosse alcuna possibilità di concordare neppure la data. È, questo, uno strano concetto di libertà, soprattutto quando muove nella direzione di limitare o anche cancellare i diritti degli altri.

Leave a Response