previous arrow
next arrow
PlayPause
previous arrownext arrow
Slider
AttualitàPrimo piano

La Bristol-Myers Squibb di Anagni sarà acquistata dall’americana Catalent

Le società Bristol-Myers Squibb e Catalent, Inc. hanno annunciato oggi di aver raggiunto un accordo per l’acquisizione da parte di Catalent dello stabilimento Bristol-Myers Squibb di Anagni, per la produzione e il confezionamento di farmaci orali solidi, farmaci biologici e prodotti sterili. Catalent è il leader globale nella fornitura di tecnologie avanzate di delivery, soluzioni di sviluppo e produzione di farmaci di sintesi, farmaci biologici, terapie geniche e prodotti da banco. Le società prevedono di completare la transazione entro la fine del 2019, previo ottenimento delle approvazioni di legge, della procedura di informazione e consultazione con i sindacati e il soddisfacimento di altre determinate condizioni di chiusura dell’accordo.

Nel corso degli anni lo stabilimento di Anagni ha operato come impianto primario per il lancio di nuovi farmaci da parte di Bristol-Myers Squibb che hanno aiutato milioni di persone a combattere gravi patologie quali cancro e malattie cardiovascolari. Alla chiusura dell’operazione, Catalent continuerà a produrre nel sito l’attuale portafoglio di prodotti Bristol-Myers Squibb.

Ampliando la sua rete globale con lo stabilimento di Anagni, Catalent porterà al sito nuovi potenziali clienti per la produzione e il confezionamento di farmaci biologici e orali solidi. In particolare, lo stabilimento di Anagni offrirà, ai clienti di Catalent interessati ai farmaci biologici, l’accesso ad attività di fill&finish di farmaci sterili e di confezionamento all’avanguardia in Europa, al fine di integrare le esistenti capacità di fill&finish in Belgio e le competenze in materia di principi attivi, analisi e fill&finish in Nord America.

«Riteniamo che la vendita a Catalent manterrà il ruolo fondamentale che lo stabilimento di Anagni riveste per la sua forza lavoro, per la comunità ed i pazienti – ha dichiarato Lou Schmukler, presidente, Global Product Development and Supply, Bristol-Myers Squibb -. Questo segna una tappa importante nella costante evoluzione della nostra rete produttiva per supportare l’innovativo portafoglio di prodotti della società. Bristol-Myers Squibb ha una lunga storia in Italia e intendiamo mantenere una presenza strategica costante nel Paese, fondamentale per la nostra capacità di fornire farmaci innovativi ai pazienti».

Alessandro Maselli, presidente e Chief Operating Officer di Catalent, ha commentato: «L’acquisizione dello stabilimento di Anagni offre ai nostri clienti in Europa grandi competenze in materia di farmaci biologici e orali per accelerare i loro programmi di sviluppo e migliorare le forniture commerciali». E aggiunge: «Bristol-Myers Squibb ha investito nello stabilimento per creare un centro di eccellenza per il lancio di nuovi prodotti con un solido primato in termini di qualità e delivery, nonché dipendenti che condividono con Catalent l’eccellenza operativa e il focus sul paziente».

Lo stabilimento Bristol-Myers Squibb di Anagni è un impianto di produzione farmaceutica. Lo stabilimento ha aperto nel 1966 e occupa circa 19.300 metri quadri su un’area di 34 ettari. Lo stabilimento di Anagni produce e confeziona farmaci cardiovascolari, neurolettici, antitumorali, metabolici e antinfiammatori oltre che antibiotici non a base di penicillina, antivirali, analgesici iniettabili e biologici.

Leave a Response