previous arrow
next arrow
PlayPause
previous arrownext arrow
Slider
AttualitàPrimo piano

205 anni di storia dei carabinieri, a Frosinone la celebrazione alla Villa comunale

La celebrazione del 205° Anniversario della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri si è tenuta questa mattina, alla presenza di una rappresentanza dei militari, del personale dipendente, dei Carabinieri Forestali e dell’Associazione Nazionale Carabinieri, presso la Villa Comunale di Frosinone, segno tangibile del legame straordinario tra i Carabinieri e la cittadinanza.

L’Arma dei Carabinieri festeggia, infatti, i suoi 205 anni di storia sempre caratterizzata dall’incessante, silenzioso ed umile sacrificio di donne e uomini che donano la propria vita per salvaguardare la convivenza civile, soccorrere le popolazioni e ridare loro serenità e fiducia.

Sei Compagnie, cinquantacinque Stazioni con oltre settecento uomini: il Comando Provinciale di Frosinone contribuisce in maniera significativa, giorno dopo giorno, a garantire la sicurezza e l’ordinata convivenza civile in questa meravigliosa parte del nostro Paese anche grazie all’ausilio dei Carabinieri Forestali che operano specificatamente a tutela dell’ambiente, del territorio e delle acque, nonché nel campo della sicurezza e dei controlli nel settore agroalimentare, con un Comando di Gruppo e ben quattordici Stazioni.

Dopo gli onori iniziali è stata data lettura del messaggio del  Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Il Comandante Provinciale, Colonnello Fabio Cagnazzo, ha salutato con gratitudine tutte le numerose autorità civili, religiose e militari presenti, gli Ufficiali, Marescialli, Brigadieri, Appuntati e Carabinieri ed i loro familiari, i delegati degli Organi della Rappresentanza militare, nonché i rappresentanti dell’Associazione Nazionale Carabinieri. Inoltre, ha rivolto un caloroso saluto agli orfani, alle vedove ed ai parenti tutti dei militari caduti, consapevoli di poter sempre contare sulla vicinanza di tutta la grande famiglia dell’Arma.

Il Colonnello Cagnazzo ha, poi, sottolineato il bilancio fortemente positivo dell’attività operativa, che conferma il vigoroso impegno del Comando Provinciale a contrastare i fenomeni e le manifestazioni criminose che incidono a vario titolo sulla sicurezza e sull’ordinata e civile convivenza, con un’attività investigativa sempre più incisiva e con una più capillare attività di vigilanza del territorio ed ha espresso a tutti i Carabinieri del Comando Provinciale il suo più vivo plauso ed il ringraziamento per il contribuito fornito con coraggio e spirito di sacrificio e abnegazione in questo anno di intenso lavoro, esortandoli a continuare al fine di rendere sempre più sicuro il nostro territorio.

In particolare, i dati relativi all’andamento della delittuosità nei primi 5 mesi del 2019 nell’ambito della provincia di Frosinone evidenziano in linea generale una flessione dei delitti denunciati – soprattutto quelli predatori – 3.976 a fronte di 4.244 dello stesso periodo del 2018 (-6%), trend confermato anche per ciò che riguarda i furti (-10%), le estorsioni (-4%), le lesioni dolose (-18%), così come le rapine (-11%). Pur in presenza di una flessione della delittuosità nel periodo in esame, l’azione di contrasto evidenzia un bilancio fortemente positivo con ben 204 persone arrestate e 1.242 denunciate in stato di libertà.

Si evidenzia, inoltre, che le attività condotte da questo Comando Provinciale nel corso dell’anno 2018 hanno consentito di trarre in arresto 622 persone e denunciarne in stato di libertà 3.859.

Notevole è stato il contributo fornito anche dal Comando Gruppo Carabinieri Forestali di Frosinone che, nel corso del periodo gennaio-maggio 2019, ha denunciato 145 persone (+1%) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, eseguito 31 sequestri penali (+51%), elevato sanzioni amministrative per un totale di 181.488,51 euro (+35%), eseguito 9 sequestri amministrativi (+66%).

Il Comandante Provinciale ha, infine, evidenziato la costante sinergia condivisa con le altre Forze di Polizia grazie al prezioso ed instancabile indirizzo del Prefetto Ignazio Portelli e, in particolare, i rapporti di fattiva collaborazione con il Questore Leonardo Biagioli e con il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, Alessandro Gallozzi. Dal punto di vista investigativo, di fondamentale importanza è stata la piena sintonia con le Procure della Repubblica di Frosinone e di Cassino.

Durante la cerimonia si è proceduto alla consegna delle attestazioni di merito concesse ad alcuni Carabinieri del Comando Provinciale distintisi in attività di servizio e prescelti fra numerosi protagonisti dell’intensa attività operativa, ricca di risultati e frutto del corale impegno di tutti i Reparti.

Leave a Response